CIBO

Accademia del Peperoncino: delegazione di Buenos Aires

Festival del peperoncino di Buenos Aires 2016

L’Accademia del Peperoncino è nata in Calabria ed ha la sua sede principale a Diamante in provincia di Cosenza. La devozione calabrese per il gusto piccante è rinomata nella penisola italiana. Per questo, nel 1994, il signor Enzo Monaco, cultore ed amante del peperoncino, decise di dar vita ad un’esperienza che potesse far onore al “diavolicchio”. Un prodotto che è sempre presente sulle tavole degli italiani in tante varianti e che è giunto in Europa dopo la scoperta dell’America. Lo portò Colombo, che lo scoprì nell’attule isola di Haiti, e pensò che poteva essere fonte di grandi guadagni. In realtà così non fu perché per lungo tempo ebbe una fama tutt’altro che positiva e fu demonizzato dalla morale cattolica.

Un po’ di storia del peperoncino: dalle Americhe all’Europa

A livello internazionale il peperoncino è associato alla gastronomia messicana. All’epoca dei primi esploratori delle Americhe questa zona, tra le altre, era ricca in coltivazioni piccanti. All’inizio venne erroneamente definito il pepe delle indie. Era usatissimo per dare sapore alle pietanze in alternativa al ben più costoso sale e per questo in epoche passate fu visto come il sale dei poveri. E sempre per questa ragione attecchì bene nel sud Italia nei secoli successivi. La Calabria è capofila nella produzione di derivati di quello che viene definito “sua maestà il peperoncino“: marmellate, conserve, insaccati e tanto altro.

Donna peperoncino durante festival Buenos Aires 2016

Presenza dell’Accademia del Peperoncino durante l’evento Buenos Aires Celebra Italia 2016. Photocredit: Accademia del Peperoncino

Un viaggio di ritorno: dall’Italia all’Argentina

Sebbene la gastronomia argentina sia stata fortemente influenzata da quella italiana, tra le altre, il peperoncino non è tra i sapori principali. Ma la FACA (Federazione Argentina delle Associazioni Calabresi), tra i progetti intrapresi negli ultimi anni, ha pensato bene di ricorrere anche alla gastronomia per rivisitare la calabresità di Buenos Aires. E nell’ottica della cooperazione interculturale ha pensato che il piccante potesse rappresentare un collante per promuovere eventi ed attività in collaborazione con altre comunità migranti. In tal senso, considerando che Buenos Aires vuole posizionarsi come Capitale Gastronomica dell’America Latina, ci sono stati alcuni eventi piccanti, interculturali e non.

vendita prodotti Festival del Peperoncino 2016

Festival del Peperoncino 2016. Photocredit: Accademia del Peperoncino

Sulla scia della classica Accademia del Peperoncino si replicano attività in versione argentina e se ne propongono altre. L’Accademia del Peperoncino, che si propone come luogo di studio e degustazione del peperoncino,  spazia nella proposta di attività. Fra gli appuntamenti classici spicca certamente l’annuale Festival del peperoncino. Ci sono poi festival letterari, cinematografici e premi in onore a coloro che si dedicano alla studio della spezia piccante, e pare afrodisiaca. Non mancano fiere, mercati e tante altre attività fra cui un vero e proprio Campionato di mangiatori del peperoncino.

Le attività dell’Accademia del Peperoncino porteña 

Nel 2014 su iniziativa di Irma Rizzuti, attuale presidente della delegazione, e Julio Croci, oggi vicepresidente, nasce l’Accademica del peperoncino di Buenos Aires. Oltre a fare proseliti oltreoceano si propone di sfatare i miti sul peperoncino e farlo apprezzare. Da allora l’Accademia del Peperoncino ha partecipato come ospite o come promotrice in diversi eventi. Primo fra tutti è stato il festival locale del peperoncino nel 2016, chiamato “Primer festival Picante“, che a dicembre 2017 celebrerà la seconda edizione.

Anche qui a Buenos Aires è stato proposto un campionato di mangiatori di peperoncino, così come attività culturali tematiche. L’Accademia del Peperoncino partecipa costantemente ad eventi in collaborazione con altre istituzioni italiane e non. Infine, la scorsa estate la delegazione ha rappresentato il Governo della Città di Buenos Aires, che era stato invitato al Festival di Diamante.

Flyer cena Accademia del Peperoncino

Flyer di un evento in cui ha collaborato anche l’Accademia del Peperoncino nel 2014. Photocredit: Accademia del Peperoncino

Non ci resta altro da fare che aspettare dicembre per mettere un po’ di piccante alle nostre  giornate, approfittando del prossimo Festival del peperoncino di Buenos Aires!

Marta_Potenza

Autore: Marta_Potenza

Di origini lucane, laurea in Cooperazione e Sviluppo e Master in RRII e Studi Europei. Ha trascorso gli ultimi 12 anni in giro tra Sud America, Europa e Medio Oriente. Poliglotta, iperattiva, fanatica della multiculturalità, per incontrarla a Buenos Aires bisogna inseguirla fra il suo lavoro all’UNIBO, i laboratori di cultura italiana all’UniFlores e all’Associazione Toscana, le attività di coordinamento di ItaliaChe di cui è co-fondatrice, la redazione di Radio Italia Tricolore e le tante altre cose, tra amici italiani, argentini e non solo!

Accademia del Peperoncino: delegazione di Buenos Aires ultima modifica: 2017-11-09T16:52:10+00:00 da Marta_Potenza

Commenti

To Top