ARTE E CULTURA

IIC: Istituto Italiano di Cultura in Argentina

IIC

L’Istituto Italiano di Cultura (o IIC) è un organismo facente capo al Ministero degli Esteri, che nasce nella forma attuale, con la promulgazione della legge 401 del 1990 e viene poi meglio disciplinato con il regolamento 392 del 1995 e con le modifiche alla legge, risalenti ai primi anni duemila. Nel mondo gli istituti attivi sono 83, due dei quali si trovano sul territorio argentino: uno a Buenos Aires, l’altro nella città di Cordoba.

Sala Benetto Croce, IIC Buenos Aires

L’interno della sala Benedetto Croce, durante una conferenza del ciclo “Scienziati italiani”. Oltre ad essere utilizzato per l’oganizzazione di eventi, l’ambiente ospita parte della biblioteca italiana dell’IIC. Photo credit Dante Aloisi

IIC in capitale

L’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires venne fondato nel 1940 con il nome di “Centro Studi Italiani”. Rimase chiuso nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, per riaprire senza più interrompere la propria attività dal ’52-’53, nell’attuale sede di calle Marcelo Torcuato de Alvear 1155, nel quartiere Retiro. L’edificio, che tutt’ora ospita l’IIC di Buenos Aires, fu progettato dall’architetto Giovanni Ponti e comprende al suo interno anche il Teatro Coliseo, L’Università di Bologna e la Camera di Commercio Italiana.

Teatro Coliseo

La facciata del vecchio teatro Coliseo, poi demolito nel 1938, in una cartolina del 1910.

La diffusione della cultura italiana

L’organismo, che ha competenza su quasi tutto il territorio nazionale ad esclusione delle zone interne, ha per obiettivo la promozione e la diffusione della lingua e della cultura italiana in Argentina. I servizi offerti vanno dai corsi di lingua e civiltà italiana, tenuti da docenti madrelingua appositamente preparati, a tutta una serie di eventi culturali come mostre d’arte, cinema, musica e teatro. La struttura ospita anche una biblioteca italiana, una delle piú importanti fuori dai confini nazionali italiani, con i suoi oltre 30.000 volumi, specializzata in letteratura, arte e tematiche legate alle migrazioni, nonché una videoteca molto aggiornata. Inoltre, essendo l’istituto un organismo ufficiale direttamente dipendente dalla Farnesina, i suoi uffici gestiscono le domande di borse di studio offerte dal Governo italiano a cittadini argentini e agli italiani residenti all’estero, e i contatti con istituzioni, enti, personalità del mondo culturale e scientifico argentino. Altra importante funzione svolta dall’istituto riguarda la promozione dello scambio accademico fra gli studiosi di entrambi i paesi, mantenendo rapporti con università italiane e argentine, nonché ospitando la sede degli esami di certificazione internazionale di conoscenza della lingua italiana dell’Università per Stranieri di Perugia e di Siena.
Il ricco calendario di eventi è visitabile sul sito dell’IIC nella sezione omonima. Dell’istituto si può anche divenire soci, semplicemente seguendo le indicazioni disponibili sul sito.

La sede di Cordoba

Il territorio argentino è enorme se paragonato alle dimensioni dell’Italia, ed ha la più alta presenza di italiani residenti all’estero, ben 691.481 nel 2012 secondo il Ministero degli Interni. Per questo motivo nel 1987 è stata inaugurata una nuova sede dell’Istituto Italiano di Cultura nei pressi del Teatro del Libertador General San Martín, nella città di Cordoba, con competenza sulle province di Cordoba, Catamarca, Jujuy, La Rioja, Mendoza, Salta, San Juan, San Luis, Santiago del Estero e Tucuman. Nel 2005 la sede è stata spostata nei locali che già ospitavano la sede locale del Consolato italiano.

PhotoCredit immagine di copertina: Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires

Dante Aloisi

Autore: Dante Aloisi

Di sangue abruzzese e spirito apolide, ho lasciato la mia terra ed il mio amato Castel del Monte per trasferirmi a Buenos Aires. Studente dI fisica, lavoratore da sempre precario, per 7 anni consigliere comunale. Poeta per presunzione, articolista per diletto, narratore per tentativo, ho avuto pubblicata una raccolta di poesie ed un buon numero di articoli; per un romanzo ci stiamo attrezzando. Curioso “a modo mio”, m’innamoro di tutto. Appassionato di letteratura e filosofia, fagocitatore di libri e di buona musica, in cerca di film e serie che non intrattengano soltanto. Bisognoso di natura, esisto con le radici in montagna e la testa tra le nuvole.

IIC: Istituto Italiano di Cultura in Argentina ultima modifica: 2018-06-13T10:37:29+00:00 da Dante Aloisi

Commenti

To Top