ARTE MONUMENTI

La Floralis Genérica: la flor di Buenos Aires

Floralis Generica

La Floralis Generica è una scultura di metallo, che rappresenta un fiore, omaggio dell’architetto Eduardo Catalano alla Città Autonoma di Buenos Aires.

La posizione

Situata nel mezzo di Plaza de las Naciones Unidas, nel quartiere Recoleta lungo Av. Figueroa Alcorta, tra il Museo Nazionale di Belle Arti e la facoltà di diritto, la scultura in acciaio e alluminio fu inaugurata il 13 aprile 2002. La Floralis Generica è posizionata al centro di un’aerea verde di quattro ettari, parte di quel complesso di parchi comunemente denominato “Paseo de la Recoleta“, circondato da una piccola rete di sentieri in terra battuta, che permettono di incontrare diverse prospettive di osservazione della scultura. La Floralis Generica è collocata sopra uno specchio d’acqua artificiale del diametro di quaranta metri, che oltre a soddisfare una funzione estetica, la protegge dal contatto con i visitatori.

Floralis Generica

Lo specchio d’acqua e le superfici lucide della scultura creano un gioco di luci e rilfessi diverso in ogni ora del giorno. PhotoCredit Dante Aloisi

La Floralis Genérica

La scultura rappresenta un grande fiore in acciaio inox con lo scheletro in alluminio e cemento armato, costituita da sei petali semoventi e quattro pistilli fissi. Importanti le sue misure: pesante 18 tonnellate ed è alta 23 metri, la Floralis Generica ha un diametro di 16 metri a petali chiusi e di 32 metri a petali aperti. Dopo alcune riparazioni portate a termine dall’ingegner Sorbello, dal 10 giugno 2015 la scultura ha preso a muoversi così come da sua caratteristica peculiare. Infatti, il fiore metallico, grazie ad un sistema elettrico, tutti i giorni dischiude i suoi petali alle otto del mattino, per poi chiudersi di nuovo al tramonto, ad una ora dipendente dal periodo dell’anno, simulando il comportamento di un fiore reale.

Floralis Generica

Si nota la struttura dei fogli di acciaio che compongono i petali. PhotoCredit: Dante Aloisi

Di notte dal centro del fiore si dipana una luce sui toni del rosso, che anticipa la successiva schiusa. Il fiore rimane aperto in quattro notti particolari: il 25 maggio (anniversario della Rivoluzione di maggio), il 21 settembre (giorno della primavera), il 24 ed il 31 dicembre. Inoltre lo stesso sistema elettrico mantiene il fiore chiuso in caso di forte vento.

Il fiore della “Dante Alighieri”

La Floralis Generica è stata scelta come logotipo per l’83-esimo congresso internazionale della Società “Dante Alighieri”, tenutosi a Buenos Aires tra il 18 e 20 luglio scorsi. Per gli organizzatori del congresso, la scultura a forma di fiore semovente, vuole simboleggiare il dischiudersi alle altre culture nel mondo della lingua italiana. Di fatti era ed è proprio questa l’idea fondante della società costituita nel 1896, da un gruppo di emigrati italiani, che ripresero l’idea del grande poeta italiano Giosué Carducci.

Dante Aloisi

Autore: Dante Aloisi

Di sangue abruzzese e spirito apolide, ho lasciato la mia terra ed il mio amato Castel del Monte per trasferirmi a Buenos Aires. Studente dI fisica, lavoratore da sempre precario, per 7 anni consigliere comunale. Poeta per presunzione, articolista per diletto, narratore per tentativo, ho avuto pubblicata una raccolta di poesie ed un buon numero di articoli; per un romanzo ci stiamo attrezzando. Curioso “a modo mio”, m’innamoro di tutto. Appassionato di letteratura e filosofia, fagocitatore di libri e di buona musica, in cerca di film e serie che non intrattengano soltanto. Bisognoso di natura, esisto con le radici in montagna e la testa tra le nuvole.

La Floralis Genérica: la flor di Buenos Aires ultima modifica: 2019-08-15T07:00:19-03:00 da Dante Aloisi

Commenti

To Top